Sammy e il trio


Oggi vi parlerò di un gruppo elbano….. elbano DOC….. che fa della musica una vera esperienza di festa……sicuramente molti di voi, hanno ballato e cantato insieme a loro, soprattutto in estate, nelle loro serate tra i locali della bella Elba, a squarciagola con una birra in mano, altri invece si sono innamorati davanti ad un bicchiere di vino, mentre loro suonavano pezzi d’altri tempi, altri ancora, invece, hanno deciso di dirsi “sì lo voglio” con il suono delle loro chitarre in sottofondo…..

Ho avuto il piacere di fare un aperitivo virtuale con Sammy, bassista e cantante, del gruppo, che mi ha raccontato un po’ di lui e del mondo del trio.

Sì, oggi nel mio blog vi parlo del “trio delle Meraviglie”

Ciao Sammy, Grazie per questo aperitivo virtuale, ti va di raccontarmi come nasce il “Trio delle Meraviglie” e dove?

Ciao Aly, certo che sì….. Sai da quasi dieci anni divido il palco con i miei “due soci” Christian Secchi e Federico Barsanti (entrambi chitarristi/cantanti) in quella che è una piccola realtà musicale elbana…… nel 2010 ognuno di noi militava in gruppi diversi, e ci siamo ritrovati in maniera del tutto fortuita a suonare per la prima notte bianca di Marina di Campo. Quando ci è stato chiesto quale fosse il nome della band il nostro Federico ha detto: “Il Trio delle Meraviglie”, convinto che la cosa non avrebbe avuto seguito….. Invece la storia continua, e il nome è rimasto…

Il Trio delle Meraviglie
Photo Federico Ducci.

-cosa accomuna i componenti del “Trio”?

l’amore per la musica vintage e per le sonorità acustiche, oltre che una sana passione per il vino!.😂… A parte gli scherzi….. , abbiamo un’affinità che va oltre la musica, c’è una profonda amicizia che fa andare avanti le cose sempre in maniera molto fluida e senza forzature, sia dal punto di vista personale che musicale.

-C’è un genere che vi piace suonare, o che più vi appartiene?

La scelta del genere segue una certa filosofia…… Venendo come base da background diversi, abbiamo finito per portare gli elementi del blues, del country, del soul, del rock e del funk, all’interno di un contesto acustico, pensando : “tutto è possibile”!
… ed è iniziato così un percorso che è diventato quasi una sfida: essere a tutti gli effetti una sorta di Juke-Box umano, cercando di realizzare qualunque canzone con un arrangiamento acustico.

Il Trio durante un evento di Artè Event Designer.

-spesso siete presenti a molti matrimoni, anche a molti di quelli che organizzo con Artè Event Designer, ma secondo te, nel mondo del Wedding, che ruolo musicale ricoprite?

Nel mondo wedding siamo una “dimensione meno commerciale” rispetto a chi di solito fa musica nei matrimoni. Non c’è la volontà da parte nostra di rincorrere le mode del momento….. rimaniamo all’interno della nostra nicchia inglese e americana …. poi a seconda delle esigenze, abbiamo anche la possibilità di modulare le proposte, inserendo un quarto elemento nel gruppo che suona una batteria un po’ particolare chiamata “cocktail drum” …. perfetta per completare il sound acustico, inoltre, se siamo parte della festa che segue il “taglio torta”, creiamo un dj set di revival anni 70/80/90 che è la naturale prosecuzione di quello che suoniamo live.

-ci sono Artisti che vi ispirano?

Sì….. L’ispirazione viene soprattutto dai grandi maestri del passato….. i grandi classici inglesi e americani dagli anni ’50, fino agli anni ’90….. Elvis Presley, Johnny Cash, Queen, Prince, Bob Dylan, Beatles, Dire Straits, U2, Michael Jackson, Bob Marley, fino ad arrivare ai più recenti Ben Harper, Paolo Nutini…non siamo in grado di suonare canzoni che non ci piacciono….. Non ci divertiamo e non fa per noi

-C’è un brano che non manca mai nei matrimoni ?

….. direi “One” degli U2. Se non la facciamo di nostra spontanea volontà sappiamo già che arriverà qualcuno a chiederla. Diciamo che è diventato un rapporto di amore/odio…..

-Sammy che cos’è per te la musica?

…. Eh….. La musica è soddisfazione! Credo che chi suona lo faccia intanto perché non può farne a meno, è un po’ come una droga…. Crea dipendenza! se poi si riesce a trasmettere qualcosa al pubblico…..un ricordo o un’emozione….. allora la missione è compiuta, e per me questo è l’aspetto più bello che ci possa essere in questo lavoro.

-da dove nasce la tua passione?

La mia passione nasce da bambino, ho iniziato a suonare il pianoforte a 8 anni, mi sono diplomato in conservatorio e poi ho iniziato a suonare in giro con le band a 15 anni …in pratica la musica è con me da sempre!

-chi è Sammy quando suona?

È un musicista meticoloso……Mi piace che le cose vadano per il verso giusto, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista strettamente musicale…… Nel mio piccolo cerco sempre di fare in modo che tutto vada nel modo giusto….. è vero che la musica prima di essere un lavoro è una passione, ma deve essere affrontata con la massima serietà e senza lasciare le cose al caso…… Poi ovviamente ti lasci trasportare e riesci a trovare un’altra dimensione……

-oltre al Trio ci sono altre progetti attuali, musicali, ai quali tieni molto, quali sono ?

al momento sono impegnato con due tributi: uno a Rino Gaetano con “La Famiglia Malteni” nel quale suonano anche Christian e Federico, e uno a Francesco De Gregori con i “Renoir”….. nuovi stimoli che non mi tengono fermo

-c’è un motto o un “rito” che non manca mai, prima di entrare in scena?

Sì….. un brindisi tutti insieme con un bicchierino di vodka liscia, che ci dà la carica giusta e scioglie un po’ la tensione…. Un piccolo rituale che ci rigenera e scalda!

-Sammy cosa consigli alle coppie che vogliono sposarsi?

….. di chiamare il “Trio delle Meraviglie” perché sono bravi, belli e simpatici!😉😂…… A parte gli scherzi, consiglierei di fare una festa in cui si sta poco a tavola, i ricevimenti troppo lunghi stancano gli invitati….. meglio puntare su un bell’aperitivo e poi arrivare il prima possibile al momento del taglio della torta per potersi divertire tutti insieme.

-che canzone dedicheresti a Christian e Federico?

…..Scelgo “Adius” di Piero Ciampi. Senza entrare nel merito direi che ascoltandola si capisce tutto sul nostro rapporto……

“amo sempre quando la festa si anima con questi tre artisti Elbani, sarà per il loro sound, il loro carisma, il loro fare curioso e divertente….. Non so, hanno una chimica che va ben oltre il talento….. sono sempre una garanzia, un successo assicurato…. e chiunque davvero, con loro, ha voglia di fare festa“. Alice A.

-Grazie Sammy per essere stato con me in questo aperitivo virtuale….. Ti va di citare una strofa di una canzone che vuoi, per salutare chi ci ha appena fatto compagnia?

Grazie a te…… Sì, Voglio citare De Andrè, che nel Suonatore Jones dice: “Se poi la gente sa che sai suonare, suonare ti tocca per tutta la vita e ti piace lasciarti ascoltare”

“Noi del Trio delle Meraviglie abbiamo già lavorato con Artè per alcuni matrimoni, per noi Alice è una collaboratrice importante e preparata con la quale ci troviamo molto bene. Credo che quando si lavora con persone serie e professionali è difficile avere problemi, e anche di fronte agli imprevisti dell’ultimo minuto con lei, insieme, si riesce sempre a trovare una soluzione vincente. Alice è una persona che ama il suo lavoro e si mette completamente a disposizione degli sposi….. E poi i suoi allestimenti hanno uno stile unico che personalmente apprezzo molto, è tutto estremamente curato nei dettagli e fa sentire a proprio agio gli ospiti.” Sammy Marconcini

Grazie infinite Sammy, Grazie davvero ragazzi! e speriamo a presto per qualche altro evento insieme. Un abbraccio virtuale 😉♥️💪

Premi il bottone per entrare nel tuo evento